lunedì 1 giugno 2009

Scrivere e poi modificare

Ho sempre avuto un grosso problema nel modificare le parole da me scritte.

Questo aspetto è sempre stato chiaro quando frequentavo ancora i banchi scolastici. Una volta scritto il corpo del tema, non riuscivo più a modificarlo.

Spesso nel rileggerlo, avrei avuto voglia di aggiungere ulteriori pensieri, ma non sono mai riuscita a farlo.
Non riuscivo a trovare la giusta collocazione alle nuove parole, mi sembrava che fosse tutto ben amalgamato, che tutto avesse un ordine ben preciso e, anche un paio di parole in più, ne avrebbero potuto alterare il contenuto. Esattamente come se fossero state dei corpi estranei, cui impedire l'accesso tra le parole già scritte.

Questa mia caratteristica l'avevo un po' dimenticata col passare del tempo. Finita la scuola, non mi era più capitato di dover scrivere un testo.

Ma da quando ho aperto il blog, mi accorgo che non è cambiato niente.

Una volta scritta la bozza di un post, di una mail, c'è spazio solo per la correzione di eventuale errori di battitura, di grammatica o di ortografia. E nulla più!

4 commenti:

cielolibero ha detto...

Io sono esattamente come te, non riesco a modificare qualcosa già scritto, come se avesse ormai vita propria.
Eh si, il mio blog è stato liberato, pare!

Marty (la gattara!!!) ha detto...

Ciao! Si...devo dirti che sto bene ora! Ho passato un periodaccio tra lacrime, pensieri, stress e attacchi di panico...Adesso basta!!! Sto reagendo piano piano ma come ho detto in un mio post, posso considerarmi "fuori dal tunnel"!!! ;-)
Buona giornata Anto...e vai al mareeee!!!!
Baci baci!!!

dailygodot ha detto...

Beh... io al massimo cancello... di solito lo faccio molto... sul blog onde evitare non rileggo nemmeno... o vi trovereste senza post!!! Forse vi converrebbe!!! ;)

cielolibero ha detto...

Buongiorno Antonella.... LIBERO!